storia del museo

Il museo è stato inauguarto il 24 maggio 2004 con la sezione di topografia.

Da allore l’area della superficie degli spazi espositivi è passata da 128 mq iniziali ai quasi 750 mq attuali con 617 oggetti esposti (altri 714 in deposito), aggiungendo all’originaria sezione di topografia altri interessanti percorsi educativi, rari nel panorama regionale: storia della misura (2008), modelli Paravia e modelli Toffoli (2008), mineralogia (2009), storia del disegno (2010), scienze pure (2011), giardino delle macchine matematica (2012), tecnologia calcolo e multimedia (2014).

Dal 2014 per volontà degli eredi, come deposito temporaneo, sono esposte tre opere di Andrea Sparaco (1936-2011).

Ogni espansione del percorso del Museo “Michelangelo” è stata realizzata coinvolgendo alcuni degli studenti dell’Istituto “Buonarroti” di Caserta (volontariamente aderenti allo staff del Museo) in tutte le attività del Museo: ideazione e realizzazione degli spazi espositivi permanenti e delle mostre temporanee; schedatura e catalogazione degli oggetti; promozione, divulgazione, didattica, accoglienza e guida; documentazione.